Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

News

La Collaborazione EEE osserva per la prima volta alcuni eventi di correlazione a grande distanza tra sciami atmosferici estesi

dueshowerUn recente lavoro pubblicato dalla Collaborazione EEE (The European Physical Journal Plus 133(2018)34) ha riportato evidenza di alcuni possibili eventi di correlazione temporale e angolare tra sciami atmosferici estesi rivelati a grande distanza dai telescopi MRPC del network EEE, installati su tutto il territorio Italiano. Un’analisi combinata dei dati raccolti durante i Run 1 e 2 ha permesso di studiare per la prima volta tutte le possibili combinazioni tra 10 cluster, siti in cui almeno due telescopi sono installati nella stessa città, esplorando così un enorme intervallo di distanze, tra 86 e oltre 1200 km. Il periodo effettivo di presa dati, tenendo conto delle diverse coppie di telescopi, ammonta a oltre 11 anni di misura, che ha consentito di mettere in evidenza alcuni possibili eventi candidati per questo tipo di correlazione tra sciami estesi a grande distanza. Tali eventi, che potrebbero essere legati all’arrivo quasi simultaneo di due sciami energetici nell’atmosfera terrestre, ipotizzati diversi anni fa dai fisici russi Gerasimova e Zatsepin, non sono stati mai chiaramente osservati e rivestono un interesse notevole per l’attività della Collaborazione EEE. Grazie allo sforzo comune di tutte le scuole coinvolte nel Progetto, un maggior numero di telescopi e un periodo di presa dati continuo e di più lunga durata fornirà certamente una risposta più dettagliata su questa interessante problematica nel prossimo futuro.

A recent published paper by the EEE Collaboration (The European Physical Journal Plus 133(2018)34) has reported preliminary evidence for candidate events arising from time and orientation correlations between extensive air showers detected at large distances by the MRPC telescopes of the EEE network, installed over the Italian territory. A combined analysis of the collected data measured in Run 1 and 2 has allowed to study for the first time all the possible combinations between 10 EEE cluster sites, where at least two telescopes are located in the same town, exploring a wide range of relative distances, from 86 km to 1200 km. An overall time exposure of about 11 years has been exploited in this analysis, evidencing a few events which exhibit unusually small time and angular differences between the detected showers. Such events could be related to the arrival of two coincident energetic primary particles in the Earth atmosphere, according to a theoretical mechanism predicted many years ago by the Russian physicists Gerasimova and Zatsepin, but never observed with a clear evidence. Thanks to the combined effort of all school teams participating in the EEE Collaboration, a larger number of telescopes and a longer data taking period will provide additional data to continue this study with much better statistical accuracy.

CENTRO FERMI

Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi

Piazza del Viminale 1 
00184 Roma (Italy)

CUU:  UF5JTW 

 

Bandi / Avvisi 

Gare / Contratti

 Seguici su:

© 2017-2018 Centro Fermi. All Rights Reserved.