Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

News

A kind of Magic

Alessio Marrani, Senior Grantist del Progetto Individuale "Quantum Gravity: from Black Holes to Quantum Entanglement", ha di recente pubblicato, insieme al suo collega Leron Borsten (Schroedinger Fellow al DIAS di Dublino), un articolo dal titolo "A Kind of Magic" sulla prestigiosa rivista "Classical and Quantum Gravity" (CQG) [http://iopscience.iop.org/article/10.1088/1361-6382/aa8fe2].
In tale articolo, due sistemi numerici esotici, chiamati "tritonioni" (a metà strada tra i numeri complessi e i quaternioni) e "sestonioni" (a metà strada tra i quaternioni e gli ottonioni), trovano per la prima volta una applicazione fisica: essi permettono di descrivere le simmetrie di alcune teorie di gravità derivanti da compattificazioni della cosiddetta M-teoria, la teoria di gravità quantistica più accreditata, che unifica a livello non-perturbativo, in 11 dimensioni spazio-temporali, le varie teorie di superstringa definite in 10 dimensioni.
Il website della rivista CQG ha pubblicizzato tale scoperta con un articolo divulgativo, scritto dai due ricercatori:
https://cqgplus.com/2017/11/16/a-kind-of-magic/
Decisamente un lungo viaggio, da quando W.R. Hamilton scoprì i quaternioni, e, in un lampo di genio, ne iscrisse le identità costitutive su una pietra del ponte di Broome a Dunsink (Dublino), il 16 Ottobre 1843...

--

Alessio Marrani, Senior Grantee of the Individual Research Project "Quantum Gravity: from Black Holes to Quantum Entanglement", has recently published, together with his coauthor Leron Borsten (Schroedinger Fellow at DIAS, Dublin), a paper titled "A Kind of Magic" on the top-rank scientific journal "Classical and Quantum Gravity" (CQG) [http://iopscience.iop.org/article/10.1088/1361-6382/aa8fe2].
In such a paper, two exotic numeric systems, named "tritonions" (half-way between complex numbers and quaternions) and "sextonions" (half-way between quaternions and octonions), for the very first time find a physical application: they elegantly describe the symmetries of certain supersymmetric gravity theories, obtained as compactifications of the so-called M-theory, the most consistent candidate for a final theory of quantum gravity, unifying, at a non-perturbative level, the various 10-dimensional superstring theories.
The CQG companion website highlighted such a discovery with a popular article by the two researchers:
https://cqgplus.com/2017/11/16/a-kind-of-magic/
Definitely, a long journey, since W. R. Hamilton discovered the quaternions, and, in a sudden genius epiphany, carved their constitutive identities on a stone of Broome bridge, in Dunsink (Dublin), on October 16, 1843...

CENTRO FERMI

Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi

Piazza del Viminale 1 
00184 Roma (Italy)

CUU:  UF5JTW 

 

Bandi / Avvisi 

Gare / Contratti

 Seguici su:

© 2017 Centro Fermi. All Rights Reserved.